ITALIAN CHALLENGE. OTTIMA LA PRIMA !

ITALIAN CHALLENGE. OTTIMA LA PRIMA !

Sabato 3 giugno, dopo quattro giorni di guida impegnativa quanto meravigliosa, si è concluso l’ITALIAN CHALLENGE, un viaggio attraverso i luoghi più nascosti e caratteristici di una Italia bella quanto sconosciuta.  I partecipanti a questa prima edizione, un numero chiuso di 30 motociclisti, hanno vissuto l’emozione del vero viaggio, quello lungo, affrontando qualsiasi tipo di terreno e condizioni di guida, per veri passisti viaggiatori, attraversando ben nove regioni, dall’alto Adriatico al Mar Ionio, lungo un itinerario di 1500 km.

A Riccione tutti i partecipanti sono stati accolti in un “village” davanti a Palazzo del Turismo dove si sono svolte le consuete operazioni preliminari in un clima di calorosa accoglienza romagnola.

La partenza è avvenuta mercoledì 31 maggio, con direzione Sud e tappa a Campo Imperatore caratterizzata da ogni tipo di fondo.  I partecipanti hanno affrontato strade impegnative, sconnesse e sdrucciolevoli dalla pioggia, tra alte mura di neve accumulate agli angoli della strada. Quindi verso il Molise, su sterrati di montagne altissime, attraversando rovine di antichissimi paesi di questa parte d’Italia incredibile e stupenda, arrivando a Matera in un rosso tramonto.  Il quarto giorno, il più corto, circa 300 chilometri tra i “lunari” calanchi lucani con manto stradale piuttosto rovinato, ha consentito ai partecipanti di scoprire paesi fantasma e poi il mare di Policoro.  L’arrivo è stato emozionante stanchi ma divertiti e soddisfatti.

L’arrivo finale a Policoro (MT) è stato in grande stile, dove in un villaggio la delegazione F.M.I. Basilicata ha salutato l’arrivo dei partecipanti, stanchi ma soddisfatti dalle forti emozioni vissute in questi quattro giorni.

L’Italian Challenge, organizzato dal Moto Club Strade Bianche in Moto in collaborazione con Minoa Group s.a.s. di Mirco Urbinati, è riuscito a racchiudere quante più emozioni si possano provare in un lungo viaggio dove ogni regione si è aperta mostrando i propri tesori più belli.  Il calore degli abitanti, la collaborazione delle Istituzioni, l’itinerario lunghissimo su ogni tipo di terreno, i cambi improvvisi di fondo, dagli sterrati più nascosti e caratteristici alle strade di asfalto polveroso e raramente battuto, hanno reso questo evento un viaggio unico e indimenticabile.  E viene già voglia di pensare all’anno prossimo…

7 GIUGNO 2017

       

 

Comments

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito.